Plantastar 1000W Plus: un prodotto cresciuto nelle serre

03.04.2017

Applicazione :  Serra
Tecnologia:  Lampade a scarica ad alta intensità
Gruppo target:  Grossista

Con la serie Plantastar, LEDVANCE offre prodotti che sono stati concepiti appositamente per l’uso nelle serre a scopo commerciale, per favorire la sana crescita delle piante. La versione più potente è tuttora in produzione a Berlino e Wipperfürth – la Plantastar 1000W Plus. Come altre lampade della stessa gamma, essa è destinata alle serre in Olanda.

L’Olanda è uno dei maggiori esportatori al mondo di frutta, ortaggi e fiori freschi. Pomodori, rose e ovviamente tulipani: la varietà di prodotti è vastissima. Se paragonata a paesi come la Spagna e il Messico, comunque, l’Olanda è piuttosto svantaggiata, in quanto riceve molta meno luce naturale. Soprattutto nei mesi invernali, la quantità di luce naturale in Olanda, così come in molti altri paesi del mondo, non è sufficiente a permettere la crescita delle piante. Mentre una soleggiata giornata d’estate fornisce circa 100 mila lux, una giornata d’inverno ne fornisce appena 10 mila, il che significa che è necessaria un’illuminazione supplementare qualora si voglia portare avanti la produzione tutto l’anno. La stagione di crescita dei pomodori, per esempio, va generalmente da giugno a settembre.

La luce quale fattore di produzione

La giusta luce artificiale è un fattore di produzione cruciale per i coltivatori professionisti. La chiave? La fotosintesi, dalla quale dipende tutta la vita sulla Terra. Essa è il processo mediante il quale le piante usano la luce del sole (o i suoi sostituti) per convertire l’anidride carbonica e l’acqua in energia, o, per essere più precisi, in glucosio e ossigeno. In linea generale, l’1 per cento di luce in più dà origine ad un aumento dell’1 per cento nel raccolto.

La luce ha, dunque, un enorme influenza sulla qualità e quantità del raccolto, perciò la richiesta di luce sicura è piuttosto alta.

La nuova Plantastar 1000W Plus entra in produzione

Ecco che LEDVANCE entra in gioco con la gamma Plantastar, che include lampade con differenti potenze, create su misura delle piante. La versione più potente, la 1000W Plus è tuttora in produzione a Berlino e Wipperfürth. Essa è stata testata nella regione vicino Monaco di Vestfalia, città a sud dell’Aia, dove le serre a scopo commerciale danno un grandissimo contributo all’economia locale fin dal 1900. “Una lampada Plantastar 1000W Plus sarà in grado di illuminare un’area di circa 10 metri quadrati in una serra”, ha detto Karen Twesten, che a Berlino si occupa delle attività di sviluppo dei prodotti e dei processi dal 1989. La donna è dal 2015 anche la sviluppatrice responsabile della Plantastar 1000W Standard e Plus. Il suo lavoro finora si è concentrato sullo sviluppo di un processo stabile per la produzione di lampade e sulla formazione dei suoi colleghi in fabbrica.

Lo scorso autunno, Karen e Johannes Buttstädt, Project Manager per la nuova Plantastar 1000W Plus, hanno visitato in Olanda l’installazione pilota per la prima volta. “Devo dire che sono rimasta molto impressionata dalla sua portata!”, ha affermato Karen. È possibile da appena un metro quadrato raccogliere tra i 60 e i 100 kg di pomodori all’anno.

Spettro di lunghezza d'onda

Le piante hanno bisogno delle radiazioni fotosinteticamente attive

I coltivatori non possono semplicemente usare qualsiasi tipo di lampada, poiché i differenti tipi di piante richiedono differenti esigenze di illuminazione. L’edera, per esempio, vuole l’ombra, al contrario del cactus e di tutte le piante che crescono naturalmente nell’area del Mediterraneo, sulle montagne o nelle savane, che richiedono invece molta luce. Le piante hanno bisogno del giusto livello di “radiazioni fotosinteticamente attive” (photosynthetically active radiation – PAR) per l’attività fotosintetica e la loro crescita. In altre parole, la lunghezza d’onda delle lampade deve essere ottimizzata in base al tipo di pianta da far crescere.

Le serre sono dei piccoli ecosistemi autonomi

In una serra di 10 ettari di terreno (circa 25 acri) ci saranno 10 mila lampade, ognuna da 1000W, perciò è necessario un megawatt di energia elettrica. Alcune serre molto grandi sono fornite di personali turbine a gas per fornire alimentazione. Karen Twesten ha detto: “Il calore di scarto è utilizzato anche per riscaldare le serre d’inverno, così l’anidride carbonica viene immessa nelle piante. Le piante di pomodori, che sono illuminate dalle lampade Plantastar 1000W, vengono impollinate dalle api. Esistono, inoltre, delle società che allevano le api proprio a questo scopo, così come società che semplicemente producono semi e coltivano giovani piante”. Si tratta di un sistema che funziona bene e che possiede un’infrastruttura ben collaudata.

Così come con gli altri prodotti della gamma, il successo della nuova Plantastar 1000W Plus dipenderà dal rendimento dei raccolti. “I coltivatori sono degli esperti in materia di raccolto, ma non in materia d’illuminazione”, ha affermato Karen Twesten. “I coltivatori saranno disposti ad investire nella nuova Plantastar solo se il rendimento sarà appropriato. Pertanto, essi fanno totalmente affidamento sul nostro know-how in quanto produttori”.