Spunti di riflessione: guida all’illuminazione nei supermercati

Supermarkt lighting

Non è un mistero che la disposizione dei prodotti all’interno di un supermercato influenzi le decisioni di acquisto dei consumatori. Dove sono posizionati i prodotti spesso (inconsciamente) determina cosa finirà nel carrello della spesa. La ciliegina sulla torta? Combinare questo con la giusta illuminazione. Dato che i differenti prodotti alimentari presentano requisiti specifici e i LED offrono maggiori possibilità rispetto al passato, abbiamo chiesto ad André Schweinsberg, Vertical Application Manager Shop EU di LEDVANCE, di mostrarci nel dettaglio uno store.


Migliora l’illuminazione generale

La giusta luce accoglie il consumatore a distanza. “La luce dovrebbe orientare e guidare un cliente attraverso il negozio. Le aree commerciali allestite in maniera impeccabile possono incrementare il piacere di comprare e il successo delle vendite”, spiega Schweinsberg. “Una buona illuminazione si traduce in un cliente che resterà più a lungo in un negozio e potenzialmente acquisterà di più.”

“Oggi, i LED offrono possibilità più sofisticate, tra cui il contrasto tra chiaro e scuro, in grado di creare un ambiente più interessante e dinamico”, afferma il manager di LEDVANCE. È quindi fondamentale che l’attenzione visiva sia sempre orientata sui prodotti. Un’illuminazione verticale diretta proveniente dagli scaffali e che punti la luce esattamente dove serve, è una buona alternativa.


Preserva i prodotti freschi

“I LED possono giocare un ruolo importantissimo in questo caso”, dice Schweinsberg. La tecnologia è particolarmente utile non solo per i prodotti a base di carne ma anche per tutti gli altri prodotti sensibili ai raggi UV. Dato che i LED producono radiazioni IR e UV molto basse, essi preservano il cibo e gli imballi.


Aumenta l’appetito dei clienti usando il colore

I consumatori tendono a giudicare la freschezza e la qualità dei prodotti che stanno comprando in base al loro colore. “Ecco perché sono necessarie soluzioni di illuminazione in grado di riprodurre i colori in maniera eccellente”, sottolinea Schweinsberg. Attraverso l’utilizzo dei colori chiari adatti appositamente ad uno specifico gruppo di prodotti, quelli freschi, come frutta, verdura, pane, formaggio e carne possono essere presentati in maniera eccellente. “Il colore enfatizza la qualità dei prodotti e li rende particolarmente appetibili per i clienti”.


Riduce i costi

Oltre che incentivare le vendite, la giusta illuminazione può anche far risparmiare denaro. “Dopo i frigoriferi e i freezer, l’illuminazione rappresenta il secondo più grande esborso finanziario per i supermercati”, afferma Schweinsberg, “tagliare questi costi significa ottenere notevoli risparmi”.

Schweinsberg crede fortemente che l’illuminazione sia una delle componenti più importanti nella progettazione di uno store. “L’illuminazione dovrebbe essere una parte integrante del concetto di negozio e dovrebbe essere inclusa nella progettazione sin dall’inizio”, spiega il manager. E dal momento che le possibilità aumentano e i concorrenti sono sempre più creativi – ora è il momento di aggiungere nuovi articoli al tuo carrello della spesa.