Professionista
Paese
Hospitality lighting

Light Design: 10 consigli per bar e ristoranti

SE LA LUCE NON È GIUSTA, NESSUN OSPITE SI SENTIRÀ VERAMENTE A SUO AGIO

Le prime impressioni sono importanti e quando si parla di ospitalità, l'illuminazione gioca un ruolo molto più importante di quanto si possa pensare. Abbiamo chiesto ad un esperto come creare la giusta atmosfera.

Il cibo può essere delizioso e i drink rinfrescanti, ma se la luce non è quella giusta, il cliente non rimarrà a lungo. E ci sono alcuni studi che lo provano. Una recente ricerca ha dimostrato che il 72% degli intervistati ha lasciato un appuntamento prima del previsto a causa di una luce troppo potente o troppo debole. Al contrario, il 74%, ha invece confermato di essere rimasto in un locale più a lungo perchè l'illuminazione lo faceva sentire più rilassato e a suo agio.

Dato che il tempo è denaro, l'illuminazione di bar e ristoranti è sicuramente da prendere seriamente in considerazione. Abbiamo parlato con Julia Morosow, International Key Account Manager for Hospitality di LEDVANCE in Europa per scoprire quanto le luci siano importanti per creare una perfetta atmosfera per il cliente. Queste sono le dieci regole d'oro:

1. Dare importanza al lighting design

"L'illuminazione è spesso sottovalutata" afferma Julia Morosow, "costituisce un'aggiunta poco ponderata prima di aprire un locale". Nonostante numerosi fattori come il posizionamento della presa elettrica e la disposizione del locale siano essenziali per il lighting design, è necessario considerare l'insieme. Pensiamo ai tavoli. Un modo efficace per illuminare i singoli tavoli, soprattutto nei ristoranti, è quello di installarvi apparecchi di illuminazione a sospensione. "Senza un'attenta pianificazione, può accadere che solo alcuni tavoli risultino illuminati"

2. APPLICARE DIVERSI LIVELLI DI LUMINOSITÀ

Hospitality lighting

Luci differenti possono svolgere diversi compiti. Il primo step è la naturale luminosità dell'ambiente che costituisce la principale fonte di luce in un bar o in un ristorante, facendo sembrare i soffitti più alti e le pareti più ampie. Ecco il prossimo compito dell'illuminazione. Nelle zone dedicate al registro di cassa o alla cucina le luci devono essere più accentuate. Questa è la tipica area dove l'attenzione è spinta verso l'architettura o verso una caratterstica particolare ed include apparecchi di illuminazione verso l'alto, su muri o colonne. E ora arriva il divertimento! Le luci decorative e luci d'effetto sono quelle che personalizzano un bar e un ristorante. L'aspetto funzionale è meno importante in questo caso, si tratta di creare uno stile personale.

3. Usare le luci per guidare le persone nel tuo locale

Quando qualcuno entra in un locale, deve riuscire subito a capire dove può andare e cosa può trovare nelle diverse zone dell'ambiente. "L'orientamento è essenziale". Le luci possono essere utilizzate per guidare i clienti spingendo la loro attenzione verso diversi punti focali o aree. I punti focali sono creati grazie al contrasto di luminosità, spesso alternando luci più accese con le luci naturali dell'ambiente. I consigli possono variare ma un contrasto con rapporto 5:1 è un buon punto di partenza per far risaltare determinate aree.

4. Fare attenzione allo spazio e al design

Ogni bar e ogni ristorante ha uno stile personale. "Quando si deve curare il design di un locale, bisogna tenere in considerazione tre fattori: design, il target che si vuole raggiungere e lo spazio a disposizione" spiega Morosow. Per esempio, un bar di piccole dimensioni può aver bisogno di evidenziare soltanto tavoli singoli, così come uno spazio più ampio diverse aree separate.

5. Ottieni la giusta atmosfera prestando attenzione all'illuminazione

L'illuminazione è la chiave per la giusta atmosfera. "In generale una luce calda e confortevole fa sentire le persone più a loro agio, soprattutto durante le temperature più rigide". Con luce calda intendiamo le lampade con meno di 3000 Kelvin ed installando un dimmer si aggiunge un elemento flessibile, consentendo di regolare il grado di luminosità per creare ambienti diversi. I sistemi di controllo automatici possono inoltre aiutare il processo perchè permettono di programmare diverse impostazioni a seconda delle necessità.

Hospitality lighting

6. Usa il colore, ma con moderazione!

L'illuminazione nei bar è tendenzialmente diversa da quella dei ristoranti. Poiché i bar normalmente trasmettono divertimento, è molto più comune l'utilizzo di luci colorate. I ristoranti, al contrario, richiedono spesso luci più soffuse creando un ambiente più rilassato. Sicuramente questo cambia a seconda del concept e i colori sono spesso utilizzati per promuovere il brand ma “attenzione a non esagerare!”

7. Mostrare il colore reale degli alimenti

La resa cromatica è l'abilità di una fonte luminosa di mostrare i colori reali degli oggetti. Rappresentata da un indice, minore è il punteggio, più basse saranno le proprietà di resa cromatica della lampada. Il punteggio massimo è 100. Nei ristoranti e nelle cucine, è richiesto un minimo di 80, ma 90 sarebbe ottimale. Avere un indice di resa cromatica (CRI) sbagliato potrebbe significare che l'impressione visiva degli alimenti non raggiunge il suo massimo potenziale, avendo così un maggiore impatto sulla percezione del cliente.

8. Prendersi cura del comfort dei clienti

"Indipendentemente da quanto il design di un bar possa essere insolito e sperimentale, un certo livello di comfort per il cliente deve essere sempre garantito" spiega Morosow. Gli ospiti devono sempre riuscire a leggere il menù e vedere le portate. Anche l'illuminazione diretta dovrebbe essere evitata sistemando lampade al di fuori del naturale campo visivo. Attenzione anche alle luci che potrebbero riflettersi a causa di superfici brillanti o specchi. I diffusori, come vetri satinati, possono rivelarsi molto utili.

9. Presta attenzione ai trend del momento: alcuni di questi rimarrano

I trend del momento evidenziano un ritorno alle origini. "Le fonti luminose ora sono aperte, senza paralumi e pendenti dal soffitto". Le lampade in stile retrò con filamenti a vista sono molto popolari poiché è proprio la lampada stessa ad essere la caratteristica di design. Quando si vuole utilizzare invece una luce non decorativa, bar e ristoranti ricorrono moltissimo ai LED per ridurre i costi economici e di manutenzione. "Entrambi i trend continueranno ad essere adottati" afferma Morosow.

10. Infine abbiamo chiesto a Julia Morosow che cos'è più importante: il design o la funzionalità?

La sua risposta è stata: "Il buon design è funzionale!"

* Dati del sondaggio MEGAMAN condotto tra 236 professionisti dell'hospitality dal Big Hospitality ad ottobre 2015.

Condividi la pagina sui social media