Professionista
Paese
Studio internazionale sui consumatori

Studio internazionale sui consumatori

Cosa sanno i consumatori della luce?

Sapete quanto i consumatori conoscono l'illuminazione? Le risposte si possono trovare in uno studio internazionale online di LEDVANCE, condotto in nove paesi. L'indagine rappresentativa commissionata da LEDVANCE e condotta da "Research Now" comprende un questionario di 25 domande e mostra che ci sono ancora grandi lacune nelle conoscenze su molti argomenti relativi alle tecnologie di illuminazione attuali e future.

Paesi partecipanti

  • Germania
  • Gran Bretagna
  • Francia
  • Italia
  • Svezia

  • USA
  • Cina
  • Canada
  • Brasile

Risultato dello studio

Nel complesso, ci sono più similitudini che differenze tra i singoli paesi. Quando si acquistano prodotti per l'illuminazione, i LED sono per lo più ricercati in tutti i paesi. Soprattutto i consumatori più giovani sono interessati ai LED intelligenti. In generale, i consumatori più giovani, i consumatori con un reddito e un'istruzione più elevati sono più aperti e interessati alle nuove tecnologie, quindi sono più interessati ai LED e all'illuminazione intelligente.

Rispetto ai prodotti di illuminazione tradizionali, i LED si comportano bene in tutti i paesi. C'è un elevato accordo sull'efficienza energetica, sulla durata e sul potenziale di risparmio che ne deriva. Il potenziale di risparmio è per lo più riconosciuto all'interno dei gruppi ad alto e medio reddito e non, come previsto, nei gruppi a basso reddito - in quanto i consumatori con un basso reddito potrebbero trarre i maggiori benefici dal risparmio.

Differenze tra giovani e anziani

Quando si acquistano lampadine e apparecchi di illuminazione, i criteri più importanti sono gli stessi per tutti i paesi: prezzo, efficienza energetica e longevità. Le fasce d'età più giovani si concentrano maggiormente sul design e sull'utilizzo diffuso, mentre i consumatori più anziani attribuiscono la massima importanza agli aspetti del prezzo e della sostenibilità nell'acquisto di lampadine. I gruppi a basso e medio reddito si concentrano sul prezzo, l'efficienza e la longevità, mentre i gruppi ad alto reddito danno importanza agli aspetti estetici e di utilizzo.

L'effetto biologico della luce è relativamente sconosciuto

L'accordo sugli impatti positivi di una luce adeguata è abbastanza alto in tutti i paesi, il più alto accordo si trova ancora una volta tra i consumatori più giovani (18-39 anni). La conoscenza e l'accordo sugli effetti biologici dell'illuminazione artificiale è solo ad un livello medio. Ci sono quote piuttosto elevate di consumatori che non hanno ancora un'opinione. In tutti i paesi vi è anche un numero piuttosto elevato di consumatori che non credono negli effetti biologici dell'illuminazione artificiale e che si rifiutano di utilizzare la luce artificiale per stimolare il proprio corpo. Allo stesso tempo, un numero piuttosto elevato di intervistati pensa che sarebbe utile poter usare la luce per stimolare il corpo e la mente, il che è in contrasto con il rifiuto di usare la luce per stimolare il corpo.

Dr. Oliver Vogler: "Per fornire maggiori informazioni".

Dr. Oliver Vogler, responsabile delle funzioni centrali di marketing e di vendita presso l'azienda globale di illuminazione a LED LEDVANCE: "La tecnologia LED porta molti vantaggi. Ma è anche vero che la scelta di una lampada o di un apparecchio adeguato è diventata più complessa per il consumatore. Ad esempio, nell'UE esistono ancora divieti di tecnologie inefficienti che rendono la situazione ancora più complicata. Questa complessità e l'incertezza che ne deriva si riflettono nei risultati della nostra indagine". Conclude il Dr. Vogler: "Noi di LEDVANCE consideriamo la nostra responsabilità di fornire ancora più informazioni, che possono dare un grande contributo al benessere delle persone".

Conoscenze di illuminazione infografica
Condividi la pagina sui social media