Professionista
Paese

La forma della luce

Forme chiare, materiali autentici: la Edition 1906 punta su un'estetica classica per riportare alla ribalta un elemento di design a lungo dimenticato – la luce stessa.

Area di lettura

"C'è un fatto fondamentale sull'illuminazione: dove non c'è luce, non c'è bellezza."

(Billy Baldwin, leggendario designer di interni di New York)

I corpi luminosi che illuminano il nostro mondo sono spesso relegati nell'ombra, nascosti sotto un paralume o dietro a bizzarre schermature. E così il loro fascino intrinseco passa velocemente inosservato. È a dir poco un peccato, perché di fascino ne hanno da vendere. Quale sia la lampada di cui stiamo parlando, Edison, Globe, Oval o Tubular, queste semplici forme stanno diventando a buon diritto delle icone di stile. Consapevoli di questa tendenza, i progettisti della Edition 1906 hanno iniziato a lavorare con un obiettivo ben chiaro in mente: rendere onore a queste lampade in tutta la loro bellezza.

"Volevamo creare un prodotto in grado di emozionare e bello da guardare", racconta Jonas Lindemann, il project manager della linea 1906. L'idea era semplice: dare una vita del tutto nuova alle forme storiche e creare delle lampade che non passassero inosservate e fossero in grado di avvolgere un ambiente in una luce tenue senza l'interferenza di altri elementi. "Design purista affiancato a una finitura di alta qualità: questo è l'approccio che fa per noi", afferma Lindemann.

Il fatto che l'edizione si chiami "1906" non è una coincidenza: è l'anno esatto della fondazione del marchio Osram. La linea rivista l'estetica priva di fronzoli dei prodotti Osram dei primi anni del Novecento. Nel farlo non si limita a ripercorrete la storia dell'azienda ma simboleggia anche la qualità senza tempo per cui Osram è conosciuta ancora oggi.

Se la Edition 1906 intende rendere onore all'eredità e alla storia dell'azienda, i materiali scelti e le modalità di finitura devono essere all'altezza dello scopo. "Puntiamo su componenti autentici, di alta qualità" spiega il progettista Gregor Faubel. Le lampade sono costruite in ottone e vetro, mentre l'apparecchio di illuminazione PenduLum è realizzato in alluminio, ma non è tutto. I progettisti non si sono risparmiati per riuscire a dare al metallo un tocco autentico. Infatti, nello sviluppare i prodotti della linea 1906, hanno rifinito a mano ogni singola parte su un tornio, proprio come avveniva agli inizi del secolo scorso. "Mi piace molto la qualità del PenduLum, è davvero gradevole al tatto", racconta Faubel. Un classico cordino nero rivestito in tessuto arricchisce il look retrò.

Se vista dall'esterno la Edition 1906 sembra una linea di prodotti arrivata direttamente dal passato, tuttavia la tecnologia al suo interno ci ricorda piuttosto che viviamo nel presente. Lampade LED che emettono una luce particolarmente calda e d'ambiente grazie al rivestimento in oro ambra. Anche se nei prodotti trova impiego la tecnologia più moderna, alcuni dettagli rimandano al loro carattere storico, come il design del filamento nelle lampade LED.

La Edition 1906 crea quindi un ponte tra passato e futuro, tra calore e brillantezza, tra nostalgia e pragmatismo spensierato. Il risultato? Una linea di cui Lindemann e Faubel vanno molto orgogliosi: "Abbiamo creato prodotti di illuminazione che non si limitano a illuminare un ambiente, ma ne mettono in luce anche i punti di forza."

Condividi la pagina sui social media